Sarà una Settignanese da pole position per la Prima (con Simonetti e con Perini in panchina)

FIRENZE – Sarà una Settignanese molta ambiziosa quella che parteciperà al prossimo campionato di Prima. I rossoneri sono ormai una realtà consolidata in categoria da sette stagioni e spesso negli ultimi anni hanno recitato un ruolo importante ma senza mai trovare lo spunto giusto per i play-off, anche per il budget ridotto rispetto alle avversarie e per la filosofia di voler comunque schierare almeno nove undicesimi di elementi cresciuti in casa nel proprio settore giovanile.

Ma adesso la storica società dei “diavoli” di Coverciano ha deciso di fare uno step ulteriore.

A guidarla dal punto di vista della direzione tecnica della prima squadra ci sarà Giovanni Simonetti, reduce tra un super triennio nella gestione del Firenze Sud portato trionfalmente dalla Seconda alla Prima.

In panchina invece siederà Francesco Perini (e il suo staff), che negli ultimi tre anni nello stesso campionato di riferimento della Settignanese ha fatto benissimo alla guida dell’Atletico Impruneta.

In casa della Settignanese hanno le idee chiare: nel triennio l’obiettivo sarà quello della salita in Promozione, magari provando a centrare i play-off già da questa stagione.

“Parto per questa nuova avventura con grande entusiasmo – racconta Simonetti – e con la voglia di fare bene, nel contesto di una società molto organizzata e con una grande tradizione. Il nostro progetto è quello di puntare in alto fin da subito, portando innesti mirati e di alto valore su un gruppo storico che con la maglia della Settignanese ha fatto molto bene negli ultimi anni. Proveremo a centrare subito i play-off e nel triennio a fare il salto di categoria. Un po’ come ho fatto con il Firenze Sud negli ultimi anni”.

Il pensiero di Simonetti va poi proprio alla sua recente esperienza coi “red-blues” dell’Anconella: “Sono orgoglioso di essere entrato nella storia di quella società. È stata un’esperienza bellissima, aumentata dal fatto di aver potuto lavorare in autonomia sfruttando le mie competenze nell’ambito del calcio dilettanti. In tre anni abbiamo raccolto un quinto posto e una promozione agli spareggi in Seconda e un campionato tranquillo alla prima volta in Prima Categoria, con 45 vittorie, 25 pareggi e 23 sconfitte, con 160 gol fatti e 96 subiti. Un grande grazie, da parte mia, va al Firenze Sud per l’opportunità che mi ha dato e al mio compagno di viaggio, mister Fabian Cecchi, con i collaboratori Marco Gioli e Andrea Leoni”.

“Penso che fosse arrivato il momento giusto – racconta Maurizio Romei, direttore storico della Settignanese – per far crescere gli obiettivi della nostra prima squadra. L’ambizione di mirare alla Promozione c’era anche in passato ma mancavano le potenzialità economiche per puntarci realmente. Lascio perciò volentieri la guida tecnica a Simonetti che ha sicuramente le competenze e la serietà giuste per il ruolo. Insieme a lui ci saranno anche l nostro vicepresidente Stefano Fani e Giacomo Scarzanella che già ha dato un importante contributo nell’ultima stagione. Sarà comunque una rosa che rappresenterà ancora la continuità con il passato, visto che buona parte della rosa sarà riconfermata, con l’innesto di 6-7 giocatori nuovi, oltre all’allenatore che prenderà il posto di Fabio e Benedetto Sarappa che pure hanno lavorato bene nell’ultima stagione, la prima del dopo-Francini”.

Per quanto riguarda la rosa in allestimento, è ovviamente probabile che alcuni di questi elementi arrivino dall’Atletico Impruneta, seguendo Perini, e altri dal Firenze Sud, in binomio con Simonetti.

La squadra giocaherà le partite interne sul campo dei Ponti di Bagno a Ripoli.

Gabriele Fredianelli